Una “salata” delusione.

Pubblicato: 9 agosto 2011 in Barcelona

Son le 10 passate quando mi sveglio. Gli altri son già quasi tutti in piedi. Facciam colazione: io mangio latte e caffè con cereali, il nipotino uguale ma senza caffè, Eda mangia pane, tonno, salame e prosciutto. Diverse abitudini!
Quando sono pronto esco di casa e guardo il cielo; Barcellona mi aspetta. E mi sento diverso. Anzi, sono diverso.
Senza lo zaino di sedici di chili sulle spalle sono decisamente diverso! Chissà come si sentirebbe una tartaruga senza il pesante guscio a gravità 9,81 che gli affatica il cammino.
Prendo la metro, direzione Sagrada Familia, felice come uno scolaretto il suo primo giorno di scuola. Spero, e credo, che Barcellona non abbia l’annoiante effetto accademico. Quando arrivo i dubbi che mi avevano assalito durante il tragitto vengono confermati: le gru rovinano estremamente quel capolavoro che potrebbe essere la Sagrada Familia.
Immaginatevi di sentire l’odore del più buon caffè del mondo. Ora immaginatevi di avvicinare le labbra al bordo della tazzina. Non avete ancora sorseggiato lo scuro intruglio, ma vi state già immaginando il piacere che vi donerà. Ora immaginatevi di prendere il primo sorso, ma non è zuccherato. Qualcuno ci ha messo un cucchiaino di sale.
Ecco, ora potete immaginarvi come mi son sentito io quando ho alzato lo sguardo uscito dalla metro.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...