Los perros extraviados.

Pubblicato: 12 novembre 2011 in Argentina!

Camminando per le strade di una qualsiasi città argentina non è raro incontrare, oltre che qualche persona, qualche cane che gironzola libero per la strada. In alcuni posti non è raro incontrare addirittura più cani che persone.
Solitamente son tranquilli e per essere randagi sembrano godere anche di buona salute.
Ma ho avuto personalmente modo di conoscere che non tutti sono pacifici.
Era buio e stavo tornando a casa dopo una lunga giornata in giro per Buenos Aires. Dalla stazione del treno all’abitazione c’erano un paio di chilometri e non avevo voglia di camminare. Così mi misi a correre, per abbreviare il tempo del percorso. E poi avevo già camminato troppo durante il giorno, non ne avevo più voglia.
Stavo correndo come uno scolaretto felice, quando sentii un cane abbiare. Insistentemente e sempre più forte.
Mi guardai indietro e lo vidi, intento a seguirmi. Io la preda, lui il predatore.
Mi ero sempre chiesto perchè all’asilo insegnassero il comportamento dei cani e come rapportarsi con essi. Ora so che può avere un’utilità pratica.
Conscio del fatto che non sarei riuscito a sfuggirgli continuando a correre e che il suo istinto da cacciatore era proprio risvegliato da questo, mi fermai e lo aspettai. Arrivato a qualche metro da me, si fermò pure lui e si mise a ringhiare.
In quei momenti lì, quando percepisci il pericolo, lo senti sulla pelle e non sai cosa può succedere negli imminenti istanti successivi, non hai paura; sei focalizzato ad analizzare la situazione e a trovare le soluzioni migliori.
Iniziai a retrocedere lentamente senza smettere di osservare le sue reazioni, fino a poter svoltare l’angolo e uscire così dalla sua visuale. Così potei riniziare la mia corsa da scolaretto felice: facendo però attenzione questa volta a cani che mi avrebbero potuto inseguire, nonchè alberi sui quali avrei potuto nell’eventualità trovare rifugio.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...